Corpo, Anima, Spirito - Parte 7: Lo Spirito - le componenti superiori della natura umana

Estratto settimanale dal libro, "Corpo, Anima, Spirito" di Fausto Carotenuto.

Leggi la parte precedente qui:
http://coscienzeinrete.net/spiritualita/item/3121-corpo-anima-spirito-parte-6-anima-e-spirito-il-nostro-io

hands sunRudolf Steiner parla a lungo del fatto che l’uomo è in evoluzione continua in tutte le sue parti, in un percorso che dura da milioni e milioni di anni, del quale siamo ancora a poco più della metà. E’ un progetto divino ideato per portare gli uomini a diventare veri e propri esseri divini, capaci di creare il bene in modo meraviglioso. E per fare dell’umanità un organismo, una gerarchia divina che possa arricchire il mondo spirituale.
Se questo è il progetto in fase di attuazione, passa soprattutto attraverso una progressiva crescita, evoluzione e trasformazione positiva della natura umana. Tutto il complesso meccanismo creato intorno alla scintilla divina del nostro io ha proprio la funzione di costituire l’ambiente più adatto per questa crescita. Tutto quello che ci avviene intorno, sia dal punto di vista fisico che da quello spirituale, non avrebbe altro scopo.

Sempre secondo Steiner, siamo ora in un’epoca molto delicata: quella in cui il mondo spirituale ha stabilito che è il momento giusto per uscire dall’adolescenza e “farci le ossa”. Il momento di maturare una nostra coscienza. Per fare questo, come qualsiasi buon genitore, ha deciso di mollare un po’ le redini e di lasciarci fare più liberamente le nostre esperienze, anche a costo di molti dolorosi errori.
Ciò che proprio ora siamo chiamati a sviluppare, è quella parte così importante dell’anima, l’anima cosciente, attraverso la quale cominciamo veramente a realizzarci come esseri spirituali liberi e autonomi.
Ma il nostro cammino evolutivo non finisce qui. Secondo Steiner, noi abbiamo anche delle parti spirituali superiori, che si svilupperanno pienamente nel futuro dell’umanità, se gli uomini lo vorranno. Ma che, anche se ancora poco attive, sono già presenti dentro di noi e già cominciano a partecipare alla nostra vita.

il sé spirituale, o manas

La parte superiore che già comincia ad essere più attiva in noi è quell’elemento, quel bambino divino di cui abbiamo parlato in precedenza, che nasce quando, con l’anima cosciente, cominciamo a mettere sotto controllo ed a modificare l’anima che sente. Questa capacità di controllare i nostri impulsi e di trasformarli in comprensione amorosa del mondo, si chiama

sé spirituale

(o manas, nella terminologia orientale)

Maggiore è la parte di anima che abbiamo posto sotto il controllo dell’io, maggiore è la componente di manas in noi. Il sé spirituale si sarà completamente realizzato quando avremo posto totalmente sotto controllo ed indirizzato verso il Bene ed il mondo spirituale, gli impulsi della nostra anima. Stiamo appena cominciando, come umanità, a sviluppare questa nostra componente, ed è proprio il compito più immediato che abbiamo di fronte.
Nella nostra vita quotidiana, possiamo chiamare manas la capacità di “sapere come stanno le cose”, di vedere lo spirituale all’opera in tutte le creature, di capire il senso vero e amoroso di quello che succede e di sapere cosa fare, con il massimo di coscienza.
Si tratta per il nostro Io di trasformare l’anima mettendola in connessione permanente con il mondo spirituale.

Ma come si fa?

Se con il cuore e con la mente, mossi da amore disinteressato, ci rivolgiamo con grande attenzione alle persone, agli esseri, ai fatti della nostra vita. Se cerchiamo ogni giorno di liberarci dai condizionamenti dell’anima che sente e ci apriamo con tutto il cuore alla comprensione della realtà che ci viene incontro… Allora gradualmente rafforzeremo la nostra anima cosciente e svilupperemo una dote nuova: quella di intuire con sicurezza come stanno veramente le cose e cosa noi possiamo fare; quali azioni sono le migliori nelle situazioni in cui ci troviamo. In questo modo apriremo un varco sempre più grande per tirare giù dal mondo spirituale quella verità e quel bene che sono dietro alla nostra realtà. E che con il nostro modo di ragionare ordinario non consideriamo.
E allora un elemento luminoso, il sé spirituale, entrerà in noi, ad illuminare ed a scaldare la casa del nostro corpo astrale.
Le intuizioni sono vere e proprie manifestazioni del mondo spirituale dentro l’io, così come le sensazioni sono manifestazioni nell’io del mondo materiale.
Più intuisco del mondo spirituale, più divento un essere intuitivo, che vive ed opera coscientemente dall’interno del mondo spirituale. Il manas è l’anima trasformata che non ha più bisogno di combattere col meccanismo mi piace/non mi piace.
Nella nostra vita quotidiana, ogni piccola intuizione cui arriviamo con amore, sacrificando l’egoismo e trasformando le passioni, è la costruzione di un pezzetto immortale di manas.
L’azione del sé spirituale in noi la riconosciamo anche quando ci rendiamo conto che la nostra anima che sente comincia a trasformarsi: “non sente più come prima.” Quando proviamo un piacere sempre più profondo per il vero bene che vediamo realizzarsi intorno a noi e sempre meno ci piace quello che nella nostra vita non è il vero bene. Vuole dire che il nostro manas sta cominciando a crescere, sta “spiritualizzando” l’anima che sente
Lavorare alla crescita del nostro bambino  interiore significa predisporre il futuro spirituale del nostro io. Lavorare alla realizzazione del nostro io superiore. Quando questa realizzazione sarà completata e saremo al livello di manas, avremo raggiunto uno stadio di coscienza e di capacità spirituali simile a quello degli spiriti che ci assistono e che ci fanno “da balia”. Quelli che la tradizione cristiana chiama angeli custodi.

lo spirito vitale, o buddhi

Quanto più, come manas, viviamo coscientemente nel mondo spirituale, attraversato dalle qualità spirituali cosmiche, tanto più queste mettono il nostro io in condizioni di modificare il nostro corpo eterico. Si comincia a diventare un cosciente canale d’amore luminoso. Il passaggio di queste qualità nel canale lo trasforma, lo purifica, spiritualizza le sue tendenze, le sue caratteristiche di base. Il carattere, la memoria, il temperamento, tutto comincia lentamente ad adeguarsi alle pure correnti di luce ed amore del mondo spirituale ed alle sue finalità superiori.
Questo corpo eterico trasformato si chiama

spirito vitale

(o buddhi nella terminologia orientale)

Si tratta di una parte della nostra natura la cui realizzazione è ancora lontana nel tempo. Ma è già presente in noi in modo embrionale e già siamo in grado di lavorare alla sua formazione iniziale.
Nella nostra vita quotidiana, quanto più per amore ci sforziamo nel difficile lavoro di migliorare il nostro carattere, le nostre abitudini, i meccanismi di pensiero, più diventiamo esseri in sintonia armoniosa con il cosmo e con gli altri. Ogni più piccola trasformazione permanente di queste caratteristiche del nostro corpo vitale è già ora la costruzione di un pezzetto immortale di buddhi.

 


l’uomo spirito, o atma

Il buddhi, il puro canale delle energie luminose ed amorose, arriva con l’evoluzione ad una tale forza spirituale creativa da poter trasformare la materia fisica di cui è fatto. Quando sarà in grado di fare questo, potrà creare con un puro atto di volontà amante, come fa Dio Padre. E un giorno, se la nostra evoluzione andrà a buon fine, lo potremo fare come uominicreatori. Come uomini-dèi, indipendenti nella loro capacità creativa dagli altri esseri spirituali. Saremo capaci di “dare solamente per amore” creando. In consapevole armonia con il resto del Mondo Spirituale.
A quel punto saremo

uomo spirito

(o uomo-dio, o atma secondo la terminologia orientale)

E’ questa una dimensione lontana nel tempo dell’evoluzione umana, ma in qualche modo già ora possiamo sentirci su questa strada. Più amiamo, pensando, sentendo ed agendo secondo il piano generale divino, più diventiamo luminosi, portiamo luce e creiamo intorno a noi situazioni luminose. Ogni qualvolta per amore introduciamo qualcosa di nuovo, di buono e di luminoso nel quadro della realtà, sia in noi che fuori di noi, costruiamo un pezzetto embrionale di atma. Un pezzetto della nostra potenziale capacità di creare mondi.

La parte seguente del libro sarà pubblicata tra una settimana.


CorpoAnimaSpirito "Corpo, Anima, Spirito" è disponibile in formato cartaceo ed ebook al seguente link:
 http://www.lulu.com/it/it/shop/fausto-carotenuto/corpo-anima-spirito/paperback/product-22488114.html

 

Vota questo articolo
(5 Voti)
Corpo, Anima, Spirito - Parte 7: Lo Spirito - le componenti superiori della natura umana - 4.2 out of 5 based on 5 votes