Spiritualità

Due pensieri di Aïvanhov sul male - viene più da noi stessi che non dagli altri In evidenza

19 Aprile 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Spiritualità

candle"Alla minima contrarietà, ecco che nella maggior parte delle persone si mette in moto tutto un meccanismo interiore: per loro qualunque occasione è valida per rimuginare pensieri e sentimenti di irritazione, di collera, di ostilità e di rivolta. Tutto ciò che gli altri fanno viene giudicato in funzione dei propri desideri e delle proprie aspettative, e allora guai a coloro che non rispondono a quelle aspettative! Non solo li si biasima, ma inoltre si attribuisce loro ogni sorta di intenzioni malevole...

Due pensieri di Aïvanhov sul male - viene più da noi stessi che non dagli altri - 5.0 out of 5 based on 3 votes

Coscienzeinrete in Veneto 24-29 maggio 2019: 5 eventi per alimentare il messaggio rivoluzionario e positivo della coscienza In evidenza

21 Marzo 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Spiritualità

cirvenetosito

Coscienzeinrete in Veneto 24-29 maggio 2019: 5 eventi per alimentare il messaggio rivoluzionario e positivo della coscienza - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Coscienzeinrete a Milano 10-12 maggio 2019: 4 eventi per alimentare il messaggio rivoluzionario e positivo della coscienza In evidenza

19 Marzo 2019 Scritto da Redazione
Pubblicato in Spiritualità

Scorri in basso per maggiori dettagli

CIR MILANO 2019

Coscienzeinrete a Milano 10-12 maggio 2019: 4 eventi per alimentare il messaggio rivoluzionario e positivo della coscienza - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Come sarà il 2019? Le Previsioni di Coscienze in Rete per l’Italia, il Mondo e per Ognuno di Noi.

29 Dicembre 2018 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Spiritualità

previsioni2019

Una cosa si può dire con certezza: il 2019 sarà un anno di grandi prove, come è stato il 2018… ma anche il 2017, il 2016… il 2015… o il 1940… o il 1618… il 1307… e così via….. tutti. Certo alcuni anni sono più duri di altri... ma tutti comunque servono proprio a questo: a metterci alla prova.

E potremmo anche dire, se fossimo sempre pienamente coscienti: "Meno male! Perchè le prove servono a crescere."

In effetti veniamo sulla Terra solamente per affrontare certe prove non casuali, e proprio sperimentandole con il cuore caldo e la mente sveglia crescono le nostre forze creative. Quelle forze che ci fanno evolvere rendendoci più capaci di fare il Bene.

Quelle forze che diventano l’unica parte immortale di noi, il nostro Io spirituale.

Un anno senza prove sarebbe un anno inutile, un anno buttato… un anno che non valeva la pena di passare sulla Terra.

Quanto è stato utile il 2018 ?

Molto per ognuno di noi, se ci pensiamo bene - ma proprio bene - con un pensiero profondo, libero e lucido.

Proprio così funziona, e bene, l’evoluzione. E noi possiamo adoperare in questo articolo quasi le stesse parole scritte lo scorso anno, e anche l’anno prima…

Tutto procede… tutto procede Bene.  Anche quando non sembra proprio...

Ma come facciamo a dire una enormità del genere? Che prove abbiamo?

Nelle nostre conferenze e incontri immancabilmente, prima o poi, facciamo una domanda al pubblico:

“Pensando a come è la nostra coscienza, la nostra consapevolezza ora, e ripensando a quella di dieci anni fa… vorremmo avere oggi il nostro modo di essere di allora, o preferiamo quello di adesso?”

Ed immancabilmente quasi tutti i presenti rispondono che proprio non scambierebbero il loro modo di essere attuale con quello di dieci anni fa. E allora noi semplicemente concludiamo:

Ma allora questi dieci anni ci hanno fatto crescere in qualche modo tutti… se siamo – chi più chi meno – meglio di prima. E cosa è meglio di prima? Guarda caso non il corpo fisico, ma quella parte interiore di noi che potremmo definire il nostro Io, il nostro Spirito immortale… E cosa è successo in questi dieci anni ad ognuno di noi per farci crescere? Di tutto: tante esperienze di tutti tipi, comprese malattie anche gravi, licenziamenti, tradimenti, crisi economiche, guerre, terrorismo, immigrazione incontrollata, cibi scadenti, vaccinazioni deleterie, farmaci devastanti, cultura deteriore, governi corrotti e finanzieri ladri, lutti tra le persone care… Insomma: di tutto!”

E questo cosa vuole dire? Semplice:

“Che il meccanismo evolutivo messo in piedi da Qualcuno (il Mondo Spirituale).. funziona, e funziona bene! E nonostante tutti i problemi, anzi anche grazie ad essi, funziona in una direzione precisa, non in una direzione casuale: in direzione della crescita delle coscienze.”

E le prove?:

Dentro di noi, in quello che ognuno può liberamente constatare”.

Proprio così: il sistema evolutivo funziona, a livello individuale e sociale, e lo dimostra anche il fatto che l’umanità nel suo insieme, pur se ancora piena di immaturità, è comunque più matura e meno barbara, meno chiusa come coscienza di 50, 100, 500, 1000 o 2000 anni fa.

Siamo immersi in un sistema evolutivo non casuale che si basa soprattutto, nella fase che stiamo attraversando, sul sistema dello “sbagliando si impara”. A partire da quel Serpente che ci propose di assaggiare-sperimentare la Mela-Malum quando eravamo esseri umani dotati di un Io Adamo e di una Anima Eva ancora del tutto sprovveduti, privi di esperienze.

Ma “sbagliando” a fare cosa?

“Sbagliando a fare il Bene, quello di tutti… sbagliando ad Amare…”

E a cosa serve sbagliare ad Amare?

“A sperimentarne le conseguenze di dolore su di noi e sulla società, e a non voler sbagliare più. Ad imparare a fare il Bene, nostro e di tutti”.

E come si chiama questo modo di fare il Bene?

“Si chiama AMARE. Il meccanismo evolutivo ci sta gradualmente facendo diventare esseri che sanno pensare cosa è il Bene, che amano farlo e che lo fanno: esseri in crescita attraverso l’Amore, come potenzialmente divini creatori di Bene!”

E allora noi puntualmente, ad ogni anno che arriva, ci troviamo di fronte alla possibilità di fare errori che poi in parte facciamo, creando Male e dolore in noi e intorno a noi, sia a livello individuale che sociale. Ed il risultato di questo è che un po’ alla volta sbagliando impariamo e cambiamo in meglio.

Se ci pensiamo bene è andata così gli scorsi anni. E quindi andrà così anche nel 2019. L’importante è che ce la mettiamo tutta ad usare bene questo meccanismo:

 

cerchiamo di imparare dagli errori del passato per non farne più,

per non provocare Male e Dolore,

per diventare più capaci di produrre bene il Bene per tutti.

 

Per aiutare noi come individui e la società intorno a noi a crescere in questa precisa e amorosa direzione. E concentriamoci sul fare ciò che è bene per le coscienze di quelli che ci troveremo intorno nelle situazioni che non casualmente ci verranno incontro in questo 2019. Per le loro coscienze ovviamente, non per le loro pretese o i loro vizi...

 

Nelle previsioni di un anno fa ed in quelle precedenti siamo stati abbastanza precisi, nei vari settori, nell'individuare i principali sviluppi. Ed anche quest'anno vogliamo proporre le nostre idee sul prossimo futuro. 

 

(continua a leggere in basso)

 

 

Come sarà il 2019? Le Previsioni di Coscienze in Rete per l’Italia, il Mondo e per Ognuno di Noi. - 4.7 out of 5 based on 24 votes

Il Natale come non te l'hanno mai raccontato

19 Dicembre 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Spiritualità

E' quasi Natale. Ma cosa significa realmente? Qual è il significato profondo del Natale, e cosa significano i simboli che usiamo per festeggiarlo? Perchè l'albero? E il presepe? Chi erano i Re Magi e le altre figure del presepe?
Fausto Carotenuto affronta questi argomenti e tanti altri in questa intervista tratta dalla trasmissione Forme d' Onda di Rudy Seery e Stefania Nicoletti.

Alberosole

 

Il Natale come non te l'hanno mai raccontato - 3.7 out of 5 based on 7 votes

LA PIEVE ROMANICA DI COLOGNOLA AI COLLI – Un piccolo santuario del Divino Femminile in provincia di Verona.

07 Dicembre 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Spiritualità

Percorrendo quella campagna che si estende ad est della città, a circa quindici chilometri in direzione di Venezia, ci si trova nel punto in cui la valle di Illasi, una delle valli che solcano e dividono tra loro gli altopiani della Lessinia, sbocca nella piana del fiume Adige.

di Paolo Rampa

Pieve romanica1
I centri abitati più vicini, Colognola e Caldiero, occupano dei piccoli rilievi a breve distanza da qui. Poco più a sud i campi sono attraversati dall’antica strada postale che faceva da collegamento tra Verona e le regioni adriatiche, e che è stata di recente sostituita nella sua funzione dalla ferrovia e dal vicino viadotto autostradale. Ma nonostante i cambiamenti intervenuti ultimamente e l’urbanizzazione di alcune zone attigue alle nuove reti di transito, il paesaggio circostante è ancora sostanzialmente agricolo ed anche il suo carattere rimane quello che ci descrive per quei luoghi un ritmo di vita regolare, cadenzato dai tempi dilatati delle attività stagionali, che si susseguono, sempre con lo stesso ordine, nel corso dell’anno.
Ed è forse possibile che sia proprio per accordarsi con questo carattere, ereditato da una tradizione millenaria, che l’antica pieve romanica di Colognola ai Colli ha mantenuto fino ad oggi un aspetto misurato, contraddistinto dal grande tetto “a capanna” che ricopre le tre navate, e dal semplice campanile, i quali, visti assieme, ci regalano ancora una sensazione di grande equilibrio e di una certa armonia.

LA PIEVE ROMANICA DI COLOGNOLA AI COLLI – Un piccolo santuario del Divino Femminile in provincia di Verona. - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Come affrontare (e superare) il Natale quando si hanno dei cari defunti

07 Dicembre 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Spiritualità

Poco importa che il lutto sia “fresco” o più lontano, nel tempo. Pensando a chi, di particolarmente caro, non c'è più, l'aria che prepara alle festività natalizie per molti può acquisire un retrogusto sordo, fatto di una malinconia struggente o di una ineluttabile e acuta mancanza che risuona con più forza. Che Natale felice può essere, se chi si ama non c'è più?

di Anna Maria Cebrelli

natale defunti

La nostra strada

31 Ottobre 2018 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Spiritualità



CIR La Nostra StradaAllo Spirito Adamo si unisce l’Anima Eva,

mandati sulla Terra per diventare Dei imparando ad amare…

per imparare sbagliando, attraverso il dolore che proviene dall’errore…

errore nell’amare, nel fare il Bene.

E l’Anima Eva sbaglia per imparare tentata dalla Mela-Malum

offerta dal Serpente portatore dell’esperienza dell’errore..

La offre all’inconsapevole, immaturo Spirito-Adamo,

e i due la mangiano, aprendo le porte dell’interiorità

a miriadi di esseri portatori dell’Errore e del Dolore.

La nostra strada - 4.8 out of 5 based on 12 votes

Testimonianze di grandi personaggi sulla reincarnazione

29 Ottobre 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Spiritualità

Estratto parzialmente da: https://www.etanali.it/reincarnazione.htm?fbclid=IwAR3qf1WthKwA59Clp6lCZn34QYUxDzI4X6AB-x79Z2xtGhO_5KtmUWfyK1s

reincarnationEsiste una quantità straordinaria di testimonianze di grandi personaggi d’ogni tempo e nazionalità che hanno espresso il loro pensiero sulla reincarnazione. Ci limitiamo ai più importanti.

Non citiamo qui (perché richiede un approfondimento a parte) Rudolf Steiner, che meglio di chiunque altro ha riportato a conoscenza dell’Umanità e ulteriormente approfondito le realtà della Reincarnazione e del Karma.

Per un approfondimento di base sui temi di Reincarnazione e Karma, vedi il libro “Che cos’è il Karma?” di Fausto Carotenuto (ordinabile qui, o su Amazon).

Testimonianze di grandi personaggi sulla reincarnazione - 5.0 out of 5 based on 2 votes

I "Giochi della gentilezza"!

20 Settembre 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Spiritualità

Giochi della gentilezzaPromossa dall'associazione Cor Et Amor, torna la due-giorni dei "Giochi della gentilezza", un fine settimana di "gentilezza diffusa" al quale possono partecipare tutti coloro che sono disposti a mettersi in gioco per coinvolgere bambini e adulti nel riscoprire tutta la potenza dell'essere gentili. Appuntamento il 21 e 22 settembre.

I "Giochi della gentilezza"! - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Coscienze in Rete a Roma Ottobre 2018

03 Settembre 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Spiritualità

romaott2018

due incontri a Roma con Fausto Carotenuto - 20 21 ottobre 2018

Sabato 20 ottobre ore 18,00-20,15

Conferenza

ANGELI E SPIRITI DELLA NATURA

il Mondo Spirituale Intorno a noi e Dentro di noi.

Molto di più di quello che pensiamo…

Domenica 21 ottobre ore9,30 – 13,00

Seminario

LA CRESCITA SPIRITUALE OGGI

Le Vie, le Trappole e la Strada Maestra dello Sviluppo della Coscienza.

Il ruolo dell’Amore.

Indirizzo: Presso il centro Kivani,

via san Genesio 11, Roma

Costo: ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

I due eventi non hanno un costo prefissato. Verrà richiesto ai partecipanti di apprezzare responsabilmente in forma libera ed anonima il valore dei due eventi, dei costi organizzativi e del lavoro del relatore.

Coscienze in Rete a Roma Ottobre 2018 - 4.3 out of 5 based on 3 votes

Bergoglio rinuncerà finalmente al Principio di Autorità?

26 Agosto 2018 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Spiritualità

bergoglioirlanda

Di fronte all’irrefrenabile scandalo dei comportamenti amorali di tanti preti e suore, Bergoglio in Irlanda dichiara: “La Chiesa ha fallito, provo vergogna”.

Bene, era ora che, invece di “coprire” i misfatti per salvare la “santità” dell’istituzione – come hanno incredibilmente fatto Papi precedenti, anche “santi subito” - un Papa ammettesse come stanno le cose.

Ma ora vediamo se trarrà conseguenze logiche e pratiche da queste dichiarazioni....

(continua a leggere )

Bergoglio rinuncerà finalmente al Principio di Autorità? - 5.0 out of 5 based on 7 votes

Spesso pensiamo con i pensieri degli altri…

20 Agosto 2018 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Spiritualità

Spesso pensiamo con i pensieri di altri…

Pensieri di fomentatori, di manipolatori della nostra anima,

pensieri di odio, pensieri di intolleranza, pensieri seduttivi, pensieri materialisti,

ondate di pensieri basati sulla sensorialità fisica, sulle simpatie e antipatie,

su mille egoismi…

E poi valanghe di pensieri diffusi dai media…

Ma anche pensieri dalle scuole, dagli ambienti accademici, dalla scienza, dal mondo della cultura,

dalla politica, dal mondo del lavoro,

dalla famiglia, dagli amici, dalle tradizioni,

dalle religioni, perfino da grandi maestri spirituali.

E questi pensieri vengono spesso ripresi e usati senza che il nostro Io li pensi veramente con la propria mente ed il proprio il cuore.

Ed allora il loro insieme diventa un ambiente mentale, spesso una vera e propria gabbia di forme pensiero e di condizionamenti esterni,

all’interno della quale noi ci illudiamo di pensare bene e liberamente.

Ma solo quando noi da soli, pensando disinteressatamente col Cuore a ciò che veramente è bene per noi e per tutti gli altri esseri, produrremo i “nostri” pensieri… solo allora saremo veramente liberi di pensare bene il Bene e di agire di conseguenza.

Liberi da ogni condizionamento, e guidati dal nostro Spirito.

 

Pensieri

Spesso pensiamo con i pensieri degli altri… - 5.0 out of 5 based on 4 votes

La profonda saggezza di Jalāl ad-Dīn Rumi - 12 importanti frasi, per pensare ed agire con il cuore.

01 Agosto 2018 Scritto da Giorgio Carotenuto
Pubblicato in Spiritualità

rumi

"Il tuo compito non è quello di cercare l’amore, ma solo di cercare e trovare tutte le barriere che hai costruito dentro di te contro di esso...”

L’amore – ishq in arabo, persiano, turco e hindi – è il filo comune che attraversa tutte le poesie di Rumi, direttamente o per implicazione. Tuttavia, come sottolinea giustamente Coleman Barks, l’amore di Rumi non è del tipo «lei mi ha lasciato, lui mi ha lasciato, lei è tornata…». L’amore di cui parla Rumi ha le sue radici nella realizzazione dell’amore divino e nelle sue propagazioni nel mondo e nella vita umana. Proponiamo 12 frasi da parte di questo grande e saggio "Poeta dell'Amore".

Nel contemplare queste frasi e sopratutto agendo secondo i pensieri da esse scaturiti, possiamo cominciare a ritrovare un legame profondo con la vita quotidiana, con le persone che ci circondano, con l'universo...

La profonda saggezza di Jalāl ad-Dīn Rumi - 12 importanti frasi, per pensare ed agire con il cuore. - 4.5 out of 5 based on 11 votes

Niccolò Fabi: "Ho trasformato il dolore per la morte di mia figlia Lulù in amore verso i più fragili"

28 Luglio 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Spiritualità

Il cantante traccia un bilancio degli obiettivi raggiunti dalla sua Fondazione e spiega come è riuscito a rialzarsi

"La verità è che siamo un Paese di esseri umani con grandi entusiasmi, generosità, slanci. Un Paese sentimentale, che dà grandi prove di collettività nelle emergenze. Ma di fatto siamo solisti, non orchestre, imbrigliati fra i tanti cavilli burocratici". Il 3 luglio 2010, a 22 mesi, la figlia di Niccolò Fabi muore per una meningite fulminante all'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. In sua memoria il cantante ha deciso di organizzare, insieme alla compagna Shirin Amini, un concerto con fini benefici, intitolato "Parole di Lulù". Con quello stesso nome è nata una Fondazione, che supporta e promuove progetti legati al mondo dell'infanzia.

Niccolo Fabi

Niccolò Fabi: "Ho trasformato il dolore per la morte di mia figlia Lulù in amore verso i più fragili" - 4.7 out of 5 based on 3 votes

Non è possibile amare gli altri se non ami te stesso. E' proprio cosi?

12 Luglio 2018 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Spiritualità
amaresestessiNon è possibile amare gli altri se non ami te stesso.
E’ vero, ma non basta amarsi…
se non sappiamo quale parte di noi stiamo amando.
Possiamo imparare ad amare e coltivare
la parte migliore di noi stessi,
quella cosciente ed amorosa,
per poter desiderare che
proprio quella parte prevalga negli altri.
E non le parti peggiori di noi,
quelle egoiche, predatrici, indifferenti o aggressive…
Non siamo obbligati ad amare
le parti peggiori nostre e degli altri,
ma siamo liberi di amare veramente le migliori…
per farle vibrare e crescere.
E questo rende più bella e più utile la nostra vita,
e quella di chi è intorno a noi.
E scopriremo che la parte migliore di noi stessi,
quella veramente da amare,
è proprio quella che ama, che intensamente
vuole, pensa e fa il bene degli altri.
Ed amandoli ci rende più forti e coscienti.
 
Non è possibile amare gli altri se non ami te stesso. E' proprio cosi? - 5.0 out of 5 based on 5 votes

La moschea in chiesa

23 Giugno 2018 Scritto da Redazione
Pubblicato in Spiritualità

Moschea in ChiesaQuando Alia Kamareddine si stabilì a Oxford (Nuova Scozia, Canada), la Moschea più vicina in cui poteva pregare era a Halifax-che dista due ore in auto.

Alia era dispiaciuta di poter andare in moschea solo una volta all'anno, e con l'arrivo di altri musulmani nella cittadina, trovare un posto per il culto era diventato un argomento sempre più rilevante.

Per fortuna, lei e gli altri musulmani nella sua comunità ora hanno uno spazio religioso più vicino a casa, anche se è non convenzionale.

Pagina 1 di 15