Alimentazione

MANGIARE BIO RIDUCE L’INTOSSICAZIONE DEL CORPO

05 Gennaio 2016 Scritto da Redazione
Pubblicato in Alimentazione

Cosa succede ai membri di una famiglia, che solitamente non mangia biologico, quando comincia a mangiarne? È la domanda a cui ha risposto uno studio di Coop Svezia. Guardate i risultati.

di Beatrice Salvemini
Svezia bio

Pesticidi in agricoltura, la classifica delle regioni italiane più virtuose

02 Dicembre 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Alimentazione

CIR Pesticidi regioniIl Dossier "Stop Pesticidi 2015" pubblicato pochi giorni fa da Legambiente presenta dati solo parzialmente incoraggianti riguardo l'obiettivo di progressiva diminuzione dell'uso dei pesticidi in ambito nazionale. Dal 2010 al 2013, infatti, rispetto ad una riduzione del -3,3% della superficie agricola utilizzata, la quota dedicata a produzione di tipo biologico è aumentata di un +23,1%

Conosci il Grano Senatore Cappelli?

20 Novembre 2015 Scritto da probios
Pubblicato in Alimentazione

Pasta Senatore Cappelli2Articolo Promozionale Il Grano Senatore Cappelli o Cappelli è una cultivar di grano duro (Triticum durum) autunnale, ottenuta agli inizi del secolo scorso dal genetista Nazareno Strampelli, prende il nome dal Senatore Raffaele Cappelli, sostenitore e promotore della nuova varietà di frumento con una riforma agraria.

Per decenni è stata la varietà di frumento più diffusa, soprattutto nel Meridione (Basilicata e Puglia), definita anche "Razza Eletta" negli anni 30/40, nonostante la bassa resa ma l'altissima qualità, vincendo sull'importazione di grano da Stati Uniti e Russia.

Ma proprio la bassa resa è la causa della sua scomparsa a partire dagli anni '70, quando venne sostituito con altre sementi più produttive, sottoposte a modificazioni genetiche come il Creso, che ad oggi rappresenta il 90% della coltivazione mondiale.

Conosci il Grano Senatore Cappelli? - 4.2 out of 5 based on 6 votes

ECCO I CIBI PIÙ AVVELENATI DAI PESTICIDI

06 Novembre 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Alimentazione

Cibi PesticidiQuanto ci avveleniamo mangiando frutta e verdure trattate con i pesticidi? Ecco la lista dei cibi più contaminati e di quelli meno...avvelenati!

ECCO I CIBI PIÙ AVVELENATI DAI PESTICIDI - 4.9 out of 5 based on 10 votes

Arrivano i prodotti a base di Avena Senza Glutine

06 Ottobre 2015 Scritto da probios
Pubblicato in Alimentazione

AvenaArticolo Promozionale

La nuova gamma destinata a rivoluzionare il mercato italiano del gluten free: sconsigliato sino a poco tempo fa per i celiaci, il nobile cereale entra ora a pieno titolo - grazie a nuove tecniche produttive e ad una filiera scrupolosamente controllata – nel novero delle specialità garantite senza glutine. Si arricchisce così di nuovi prodotti la linea Probios "AltriCereali", destinati alla colazione di chi soffre di intolleranze alimentari.

Polpa di frutta: l’italiana Probios al primo posto in Germania per qualità del prodotto

24 Settembre 2015 Scritto da probios
Pubblicato in Alimentazione

doypack

Articolo Promozionale

L'autorevole rivista tedesca per consumatori Öko-test ha analizzato 15 diversi prodotti distribuiti nel Paese. Il risultato: l'unica marca che riceve un giudizio "buono" è l'azienda toscana leader nei prodotti biologici.

Polpa di frutta: l’italiana Probios al primo posto in Germania per qualità del prodotto - 3.5 out of 5 based on 2 votes

I Pesticidi aumentano il rischio diabete del 61%

17 Settembre 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Alimentazione

Pesticidi DiabeteL'esposizione ai pesticidi aumenta il rischio di sviluppare il diabete. A puntare il dito contro tali sostanze chimiche sono stati due studi, presentati in queste ore durante il 51esimo Congresso dell'Associazione europea per lo studio del diabete (Easd), in svolgimento a Stoccolma dal 14 al 18 settembre.

I Pesticidi aumentano il rischio diabete del 61% - 4.0 out of 5 based on 1 vote

Cos'è la certificazione Kosher?

20 Agosto 2015 Scritto da probios
Pubblicato in Alimentazione

KosherPer kosher si intende l'insieme delle regole religiose che stanno alla base dell'alimentazione del popolo ebraico osservante. La parola "kosher" o "kasher" significa "conforme alla legge", "adatto", "consentito".

Con il termine kasheruth si indicano le regole alimentari della religione ebraica stabilite nella Torah scritta, il testo sacro ebraico e sono state tramandate fino ad oggi. Secondo queste norme alcune categorie di cibi non sono considerate kosher, tra i quali si trovano alcuni animali come il maiale, alcune tipologie di uccelli e pesci, la maggior parte degli insetti e qualsiasi crostaceo, mollusco o rettile. Non è poi consentito il contatto tra carne e latticini, e vengono inoltre dettate regole precise per la macellazione degli animali.

Cos'è la certificazione Kosher? - 5.0 out of 5 based on 1 vote

BACCHE DI GOJI

11 Agosto 2015 Scritto da probios
Pubblicato in Alimentazione

Goji

Il goji (Lycium Barbarum) è un frutto a bacca appartenente alla famiglia delle solanacee. È un arbusto spontaneo originario del Tibet. Nella medicina tradizionale cinese e asiatica, per i suoi nutrienti è considerato un vero toccasana.

A partire dal 2000 anche l'Occidente si è interessato a queste piccole bacche rosse che sono diventate oggetto di alcune ricerche scientifiche.

CONTAMINAZIONE DA GLUTINE NEI PRODOTTI: 6 COSE CHE DEVI SAPERE PER SCEGLIERE AL MEGLIO!

05 Maggio 2015 Scritto da probios
Pubblicato in Alimentazione

CIR SenzaGlutineArticolo Promozionale

I prodotti adatti al consumo dei celiaci vengono comunemente definiti "senza glutine".

È però necessario precisare che tale definizione significa che nel prodotto è garantito un contenuto di glutine inferiore a 20ppm (parti per milione o mg/kg), soglia che le attuali conoscenze scientifiche (e la normativa europea), considerano del tutto sicura per il celiaco.
Per ottenere questa garanzia non è sufficiente utilizzare materie prime naturalmente prive di glutine, ma è necessario anche che il prodotto non subisca contaminazioni con il glutine durante tutte le fasi del processo produttivo, dalla lavorazione al confezionamento.
Viene quindi prevista una specifica sezione del piano HACCP per l'appropriata valutazione del rischio dell'allergene glutine e la gestione del rischio di contaminazione crociata o cross contamination.

CONTAMINAZIONE DA GLUTINE NEI PRODOTTI: 6 COSE CHE DEVI SAPERE PER SCEGLIERE AL MEGLIO! - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Come la mela di Biancaneve: cibi che contengono veleno

27 Aprile 2015 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Alimentazione

CIR OcchioVelenoMolti cibi contengono sostanze potenzialmente nocive, siano esse presenti naturalmente o frutto del processo industriale. Ecco una lista di sostanze tossiche presenti nei cibi che consumiamo normalmente.

Come la mela di Biancaneve: cibi che contengono veleno - 4.0 out of 5 based on 4 votes

I 10 cibi importati più contaminati: ecco quali sono

07 Aprile 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Alimentazione

CIR Cibi ContaminatiNel dossier "La crisi nel piatto degli italiani nel 2014", presentato al Teatro Palapartenope di Napoli, Coldiretti ha stilato un'interessante classifica dei cibi con più residui di sostanze chimiche elaborando i dati del Rapporto 2014 sui residui dei fitosanitari in Europa realizzato dall'Efsa, Agenzia europea per la sicurezza alimentare.

I 10 cibi importati più contaminati: ecco quali sono - 5.0 out of 5 based on 9 votes

…DIETE FAI DA TE? NO GRAZIE!

07 Aprile 2015 Scritto da probios
Pubblicato in Alimentazione

CIR Dieta faidateI focus di Probios

Periodicamente appaiono su riviste e siti web diete dimagranti miracolose che garantiscono "successi" in tempo record e che attirano l'attenzione di tanti in attesa di una bacchetta magica che rimetta tutto in ordine. Regimi in cui si escludono drasticamente nutrienti utili all'organismo come i cereali, gli acidi grassi essenziali, le fibre di frutta e verdura e che al contrario incentivano l'uso incondizionato di proteine, grassi animali e miscele bizzarre sostitutive del pasto.

Spezie uso e proprietà terapeutiche in cucina

17 Marzo 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Alimentazione

SpezieLe spezie sono sostanze di origine vegetale che, oltre al profumo e al sapore, possiedono proprietà terapeutiche grazie al contenuto di oli essenziali. Con la parola spezie si intendono sostanze diverse: alcuni considerano spezie solo le droghe orientali, altri ritengono spezie anche le erbe aromatiche o aromi come il rosmarino, il basilico o l'origano. In realtà, le spezie si distinguono dalle erbe aromatiche perché vengono utilizzate essiccate, mentre le seconde, in genere, sono utilizzate fresche.

La lista delle spezie è veramente lunga, per citarne alcune: l'aneto, l'anice, la cannella, i chiodi di garofano, il coriandolo, il cumino, la curcuma, il dragoncello, il fieno greco, il ginepro, la liquirizia, la menta, la noce moscata, la paprica, il pepe, il peperoncino, il rafano, la santoreggia, la senape, il sesamo, la vaniglia, lo zenzero ... la lista continua.
Analizziamo alcune spezie e il loro uso in cucina e per i benefici che se ne traggono.

Spezie uso e proprietà terapeutiche in cucina - 5.0 out of 5 based on 3 votes

PRODOTTI DOLCIFICATI CON ALTERNATIVE ALLO ZUCCHERO SACCAROSIO

16 Marzo 2015 Scritto da probios
Pubblicato in Alimentazione

dolcificanti alternativi

Articolo Promozionale

Perché Probios presta molta attenzione all'impatto glicemico dei prodotti?

Più che un vero e proprio alimento, il comune "zucchero" raffinato o saccarosio è una sostanza che ha un grande potere dolcificante. Contiene calorie, ma nessun nutriente oltre ai carboidrati (mediamente è composto dal 99,8% di zuccheri), quindi un alimento "vuoto"; senza aver bisogno di essere digerito arriva
direttamente nell'intestino e passa velocemente nel sangue, alzando di colpo la glicemia.

PRODOTTI DOLCIFICATI CON ALTERNATIVE ALLO ZUCCHERO SACCAROSIO - 5.0 out of 5 based on 1 vote

L'aumento delle problematiche da glutine è dovuto al glifosato?

16 Marzo 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Alimentazione

GlifosatoIl pesticida, indicato da uno studio come principale responsabile dei disturbi correlati al glutine, abbonda nei nostri campi e nelle acque, sia di superficie, che in profondità, secondo questo studio dell'ISPRA.

Il glifosate (o glifosato) è un erbicida non selettivo impiegato sia su colture arboree che erbacee e aree non destinate alle colture agrarie (industriali, civili, argini, scoline, ecc.). È una delle sostanze più vendute a livello nazionale e la sua presenza nelle acque è ampiamente confermata anche da dati internazionali; nonostante sia indicato in molteplici studi come il responsabile dell'insorgenza di problematiche legate al glutine e alla celiachia il suo monitoraggio è tuttora effettuato solo in Lombardia, dove la sostanza è presente nel 31,8% dei punti di monitoraggio delle acque superficiali e il suo metabolita, AMPA, nel 56,6%.

L'aumento delle problematiche da glutine è dovuto al glifosato? - 3.5 out of 5 based on 2 votes

Le proprieta’ benefiche di broccoli, cavolo, radicchio rosso e finocchio

02 Marzo 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Alimentazione

BroccoliLe verdure stagionali racchiudono in se ciò che necessita all’ organismo. Vediamo ora le proprietà utili alla salute di broccoli, cavolo, radicchio rosso, finocchi, spinaci e sedano.

Broccoli ricchi di antiossidanti e acido folico

I broccoli sono da tempo indicati come vegetali sani grazie al loro valore nutrizionale. Contengono antiossidanti, vitamina C e sono anche una fonte naturale di acido folico sostanza utile per la prevenzione delle malattie cardiache.
Ricercatori hanno nutrito per un mese alcuni topi da laboratorio con estratto di broccoli per studiare gli effetti di questa verdura sulla funzionalità del muscolo cardiaco. La conferma è arrivata dopo che la salute del cuore di queste cavie è stata confrontata con quella di topi la cui dieta non era stata modificata: nei primi il cuore funzionava meglio e, in caso di mancanza di ossigeno, mostrava meno danni ai tessuti.
Invece le scoperte di un ricercatore della Johns Hopkins University hanno rivelato che vi è un composto dei broccoli che impedisce lo sviluppo del tumore del 60%. I broccoli hanno anche dimostrato di ridurre le dimensioni del tumore del 75%.
Al fine di ottenere il massimo dei risultati, mangiate broccoli crudi che sono stati lavati o sono stati cotti brevemente. Mettete i broccoli nella dieta almeno due volte a settimana.
Altri vantaggi dei broccoli sono quelli di stimolare il sistema immunitario, abbassano il rischio di cataratta, migliorano la salute cardiovascolare, mantengono la densità ossea e prevengono i difetti di nascita dei bambini.
E proprio a causa delle poche calorie (27 calorie/100 grammi) sono ottimi anche per perdere peso.( Tratto da takecareblog.iljournal.it)

Le proprieta’ benefiche di broccoli, cavolo, radicchio rosso e finocchio - 4.0 out of 5 based on 1 vote

IL GLIFOSATO DI MONSANTO ANCHE NEL MIELE

18 Febbraio 2015 Scritto da Redazione
Pubblicato in Alimentazione

GlifosatoMieleIl glifosato, l'erbicida brevettato dalla Monsanto, e spacciato ormai in ogni negozio di agraria sotto diversi nomi continua a impensierire. Lo abbiamo già scritto altre volte, dimostrando la sua capacità di penetrazione. Si trova nella verdura e si trova anche nel pane. Anche perché viene usato ormai ovunque, anche nelle aiuole per cercare di estirpare le erbacce. Ma adesso dagli Stati Uniti arriva uno studio che ci informa su una nuova frontiera valicata dall'agricoltura chimica e industriale: il miele!
Ricercatori della Boston University e Abraxis LLC hanno trovato tracce significative di glifosato nel miele. 

IL GLIFOSATO DI MONSANTO ANCHE NEL MIELE - 4.0 out of 5 based on 3 votes
Pagina 2 di 6